Menu

La penisola Balcanica, progetto personale sanitario.

Il flusso di rifugiati e di migranti che attraversa la penisola balcanica si è rapidamente trasformato in una crisi umanitaria di grandi proporzioni.

copia-di-greecesites20160708Nell’ottobre 2015 MAM ha avviato progetti a sostegno dei migranti che per scappare dai loro Paesi in guerra, in primis la Siria, intraprendevano il viaggio lungo quella che è stata definita la rotta balcanica dove le ostetriche e i volontari MAM hanno lavorato fino alla sua chiusura ad inizio marzo 2016.

Da allora circa 60 000 persone sono rimaste bloccate al confine tra Grecia e Macedonia.

MAM è attiva nell’ambito dell’accoglienza dei migranti, in particolar modo nei campi profughi nei dintorni di Salonicco.

Il ruolo di MAM in questi contesti è quello di tutelare mamme, bambini e donne in gravidanza.

Progetti personale sanitario:

KALIMAM:

La donna migrante non ha nessuna possibilità di prendersi cura della sua sfera sessuale e riproduttiva in un contesto in continua evoluzione e in condizioni di estrema precarietà igienica. E’ fondamentale individuare gli eventuali fattori ad alto rischio ostetrico per inviare la donna tempestivamente presso un ospedale di riferimento, e anche rassicurare la donna, la quale si trova in uno stato di costante preoccupazione e stress per non avere la possibilità di controllare l’andamento della sua gravidanza e le condizioni di salute del proprio bambino.

Inoltre il periodo del puerperio nella donna migrante è ad alto rischio, sia dal punto di vista sanitario che psicologico. E’ fondamentale controllare le condizioni di salute della madre e del neonato, l’allattamento e l’accrescimento neonatale e dare, per quanto possibile, supporto psicologico alle donne

LOVELY-FED

Con l’allestimento e la gestione di tende dedicate al sostegno all’allattamento e all’alimentazione infantile in contesto di emergenza, si intende approntare dei semplici interventi per garantire che i bisogni delle mamme, dei lattanti e dei bambini piccoli vengano presi in considerazione, rispettando quelle che sono le apposite Linee Operative (IFE Core Group) e il Codice Internazionale Sulla Commercializzazione dei Sostituti del Latte Materno (WHO).

Progetti volontari generici:

HAPPY TIME SCHOOL

Momenti ludici e di svago che possano aiutare i più piccolini a respirare un’atmosfera magica e a dimenticarsi per un pochino della drammaticità della realtà che stanno vivendo insieme alle loro famiglie, nonché cogliere l’occasione per insegnare ai piccoli futuri cittadini dell’UE le basi delle lingue che probabilmente utilizzeranno nel loro futuro.

BABY HAMMAM

Con l’allestimento e la gestione di tende per l’igiene e la cura dei bambini si intende garantire alle mamme uno spazio nel quale, aiutate dai volontari, possono fare il bagnetto ai loro bambini, ricevere vestitini puliti, pannolini, creme e tutto il necessario per i loro piccoli

Share this Post!

About the Author : admin


0 Comment

Leave a Comment

Your email address will not be published.

  TOP